Crea le grafiche per i tuoi social media

Qualsiasi genere di attività professionale oggi, richiede che tu sia attivo sui social. La maggior parte degli imprenditori e delle attività (e molto probabilmente anche tu che mi stai leggendo), crea con cura la pagina Facebook aziendale, l’account Twitter, il profilo Pinterest, Instagram oppure LinkedIn. Per avere successo però, non basta aprire profili, bisogna investire un po’ di tempo e cura nella loro gestione e nella creazione di un branding coeso dei vari elementi grafici che li compongono. Di primaria importanza è anche l’interazione attiva con i clienti (altrimenti che social sarebbero?)

 

 

Raccogliere tutti i contenuti da mettere insieme per i vari social può sembrare tanta roba da fare, ma se procedi con un sistema e li crei gradualmente, riuscirai a gestirti per il meglio!

 

Immagini di copertina

 

Le immagini di copertina sono immagini di presentazione che appaiono in apertura sulla tua pagina professionale.
Su Facebook, Twitter e LinkedIn sono piuttosto prominenti, è quindi preferibile realizzarle con cura e ad una risoluzione adeguata.
Se hai già creato un’immagine di apertura per il tuo sito internet, puoi adattarne la dimensione per utilizzarla anche sui social. Un’altra soluzione consiste nell’utilizzare i template già fatti che sono presenti su Picmonkey, Canva o Visme (lo conosci? E’ super per le infografiche e per un sacco di altre cose, prossimamente farò un post a riguardo!). Puoi anche prenderli come esempio per creare i tuoi da zero. Per inserire delle grafiche carine senza perdere delle ore a crearle tu, puoi acquistarle per pochi euro su Creative Market o scaricarle gratuitamente creando un account su Freepik e citando la fonte (su Freepik, a meno che tu non voglia pagare Shutterstock, fai attenzione a selezionare le grafiche gratuite, mi raccomando!).
Puoi sostituire le immagini e le grafiche dei template con le immagini rappresentative del tuo brand, così da rendere il design maggiormente personalizzato.
Magari utilizza tutti e due i software, Picmonkey per tutto quello che è più pittorico e Canva per ciò che è più grafico.

 

Per vedere passo passo come realizzare l’immagine di copertina su Picmonkey, puoi vedere il mio tutorial gratuito in omaggio se ti iscrivi alla mia newsletter; ad ogni modo è un software molto intuitivo e puoi già sperimentare prendendo come esempio la gif qui sotto!

 

 

Ti ricordo che Picmonkey ha una versione gratuita e una Premium che toglie la pubblicità e permette alcune funzionalità in più, Canva invece è gratuito e ha alcuni template a pagamento.

 

Immagini del profilo
Per l’immagine del profilo solitamente hai due possibilità: puoi utilizzare il tuo logo se si tratta di un’attività che vende prodotti o di una società composta da più persone, oppure puoi utilizzare un tuo ritratto, se vendi servizi e sei ad esempio un coach, uno scrittore, un fotografo, ecc.

 

 

Per realizzare l’immagine profilo della tua attività con il tuo logo, tieni in considerazione che il logo potrà avere uno sfondo colorato (come nel caso dei creativi consapevoli), che sarà preferibile sia nei colori della paletta scelta per identificare il tuo brand, oppure uno sfondo neutro. In questo caso, soprattutto se il logo è ricco di elementi e già di per se colorato, è consigliabile averne una versione con sfondo trasparente (salvalo in .png 😀  ).

 

Se decidi invece di utilizzare un tuo ritratto (ti ho parlato di come fare in pratica la foto profilo qui nel dettaglio), scegli uno sfondo neutro ma non bianco (il bianco rende le carnagioni chiare troppo slavate, mentre i colori troppo accesi o gli sfondi troppo incasinati distraggono chi guarda), evita di farti i selfie e, nella postproduzione dell’immagine, evita i filtri troppo evidenti.
Picmonkey ha una serie di funzioni per migliorare le tue immagini di ritratto (sotto il menu Touch Up), trovi lo step by step dettagliato sempre nel tutorial, la cosa più importante è che l’immagine abbia un aspetto naturale, deve essere una tua versione in uno dei tuoi giorni migliori 😉.
Puoi creare due o più livelli con la tua immagine e, attraverso la funzione “Fade”, avere un controllo maggiore dei vari effetti. Qui sotto puoi vedere i vari passaggi 😀.

 

 

I Post
L’ideale è che tu faccia dei post sui social media in modo continuativo, per mantenere alto l’engagement. Può essere utile allora creare un template, sia per ottimizzare il tuo lavoro, sia per renderlo consistente. Questo è un template che puoi modificare su Canva:

 

Creativi Consapevoli by bealugano
 

Crea il tuo template partendo da un file base, in seguito personalizzalo con le tue immagini e le tue grafiche e aggiungi il testo. Puoi salvarlo nell’Hub se lavori con Picmonkey, così quando ti serve puoi riprendere il file e sostituire solo alcune parti come ad esempio il testo delle citazioni. Le citazioni sono molto condivise su Instagram e in questo modo potresti snellirti parecchio il lavoro.

 

Piuttosto che creare una presenza social debole su tutte le piattaforme, è preferibile sceglierne meno nelle quali essere attivi, essendo presenti in modo consistente per il tuo business.
I migliori canali social per la tua attività sono quelli che il tuo cliente ideale frequenta più spesso. Per identificare il tuo cliente ideale ti ho preparato un pdf compilabile che trovi qui.
Cerca di essere strategico nella scelta dei canali e focalizzati solo su quelli che possono darti la maggior resa. Aiutati programmando i tuoi post con app online come Buffer o Hootsuite (puoi fare con entrambi piani gratuiti. Come piano gratuito preferisco Buffer, mentre nel piano a pagamento penso che Hootsuite sia migliore).
Io al momento sto usando eClincher perché ho acquistato una licenza in supersconto tramite Appsumo (conosci Appsumo? É un po’ come Groupon per i nerd…)

 

Facebook: con 750 milioni di utenti attivi Facebook è senza dubbio il social network più popolare. Sicuramente comprende una fascia molto ampia di clienti e conseguentemente di business, è ottimo per creare una community, condividere informazioni e comunicare con i clienti privatamente e pubblicamente.

 

Twitter: con la sua limitazione a 140 caratteri Twitter è ideale per inviare aggiornamenti immediati. Lo vedo come social ideale per quelle attività che richiedono di mantenere aggiornati i propri clienti in modo immediato (ad esempio il mio cliente Light Energy, che si occupa di formazione nel fotovoltaico, utilizza molto Twitter per aggiornare i suoi clienti sulle variazioni delle normative e sulle agevolazioni che vengono emesse).

 

Instagram: ottimale se hai un’attività di prodotto o legata in qualche modo al visivo. É un social che va un po’ studiato perché, per sfruttare al meglio le potenzialità, va compreso cosa postare per ricevere riscontro. Come ti dicevo prima le citazioni su Instagram sono piuttosto popolari. Come policy Instagram i post non sono programmabili, vanno quindi inseriti ogni volta sul momento.

 

 

Pinterest: anche lui incentrato sul visivo, ha senso se hai un’attività che vende prodotti che puoi far ripinnare dagli utenti.

 

LinkedIn: viene utilizzato principalmente per connettersi con colleghi o con società. Funziona bene se sei un freelance che si rivolge ad aziende e piccole-medie imprese, quindi il B2B.

 

Come altri social puoi considerare Snapchat, Tumblr, Medium, Flickr, Github, Deviantart, Google+, ecc.

 

I benefici di un’immagine online ben strutturata
I numeri relativi agli utenti attivi sui social network sono in costante crescita, questo significa che un’attività può avere dei vantaggi notevoli a farsi conoscere online con una presenza forte e costante.
Alcuni vantaggi sono:

 

la Brand Awareness:
Il tuo cliente oggi si aspetta di vederti online, la tua presenza su uno o più social network e con un sito aggiornato e funzionale ti da credibilità e maggiore professionalità (è chiaro che la tua professionalità viene data dalla tua competenza, però se non hai una presenza online, questa può venire messa in discussione).
Cerca di offrire ai tuoi clienti un’esperienza coinvolgente, che include contenuti di valore e informazioni interessanti, così da aumentare i visitatori sul tuo sito e sfruttare il passaparola. Questo si tradurrà in un aumento dei clienti e delle vendite.

 

miglioramento della SEO:
se crei contenuti di valore e aumentano le visite sul tuo sito, i motori di ricerca considereranno la cosa, migliorando il tuo posizionamento nella ricerca. La tua attività comparirà prima nelle ricerche, soprattutto se crei contenuti che rispondono a domande specifiche dei tuoi clienti.

 

crea una comunità:
non li chiamano social network per niente, questi siti sono strutturati per creare comunità, persone che la pensano nello stesso modo che si avvicinano condividendo gli stessi hobby, interessi, argomenti e anche gli stessi lavori.
Puoi creare un gruppo incentrato sugli argomenti trattati dal tuo business, così da vedere quali sono i problemi, i punti di vista e gli scambi in merito. Il mio si chiama Creativi Consapevoli e ci scambiamo opinioni su tutto quello che riguarda la grafica, la foto e il web.

 

personalizza il tuo business:
i social media richiedono un’interazione umana, questo permette quindi anche al tuo business di “umanizzarsi”, rispondendo in modo diretto ai tuoi clienti. Inoltre, puoi condividere anche informazioni personali, opinioni ed interessi, per comunicare in modo sincero e diretto con i tuoi clienti.

 

Per concludere:
Uno dei più grandi errori che un’attività può fare, è pensare che la propria presenza sui social possa essere statica. É vero invece il contrario: la presenza social va curata e nutrita regolarmente come se fosse una piantina. L’unico modo per raccogliere i frutti della tua presenza social è metterci il tempo e la passione che richiedono. Ecco alcuni consigli per assicurarti un’esperienza positiva di branding sui social media:

 

  • usa gli hashtag in modo strategico per porre attenzione ai tuoi post #nonnepossopiudeglihashtagusatiamuzzo
  • prendi in considerazione di utilizzare anche media a pagamento e immagini promozionali
  • crea contenuti di qualità e che corrispondono alle esigenze del tuo cliente ideale, fai in modo che risuonino con lui
  • crea un calendario editoriale, per postare in modo continuativo e con una strategia
  • crea contenuti variegati per mantenere viva l’attenzione, ma richiamando sempre il tuo business
  • scrivi con la tua voce, esprimi le tue opinioni e il tuo punto di vista
  • interagisci con le persone che commentano la tua pagina, rispondi prontamente e cerca di instaurare relazioni positive
  • usa promozioni, contest e giveaway per creare attenzione e interesse

 

Scrivimi nei commenti quali sono i tuoi social preferiti e fammi sapere come va con la promo!!

 

Hei, sto per pubblicare il mio corso online su come fare i corsi online, se ti interessa puoi vedere tutte le info qui.

 

No Comments

Post a Comment